News:

EURES (EURopean Employment Service) è una rete di informazione e di orientamento sul mercato del lavoro europeo cui partecipanoi Servizi Pubblici per l'Impiego dei paesi dello Spazio Economico Europeo, coordinata dalla Commissione Europea e, a livello nazionale, dal Ministerodel Lavoro.Al fine di stimolare la mobilità territoriale e la libera circolazione dei lavoratori degli stati membri il Servizio Eures ha il compito di:

  •  informare, orientare e consigliare i lavoratori candidati alla mobilità transnazionale sulle possibilità di occupazione, condizioni di vita e lavoro nello Spazio Economico Europeo;
  •  assistere i datori di lavoro interessati ad estendere la propria ricerca di personale oltre il territorio nazionale

Attraverso il portale Eures coloro che sono in cerca di un'occupazione in un paese Europeo hanno la possibilità di:

  •  conoscere le offerte di lavoro al momento disponibili effettuando una ricerca nel data base Eures;
  •  inserire il proprio Curriculum Vitae (in inglese, francese e tedesco) rendendolo visibile ai datori di lavoro registrati.

I datori di lavoro possono:

  •  richiedere l'inserimento nel data base delle loro offerte di lavoro;
  •  cercare tra i CV i candidati che ritengono adeguati.

Per maggiori informazioni rivolgiti al Centro per l’Impiego o visita il sitohttp://ec.europa.eu/eures/home.jsp?lang=it

Customer Satisfaction
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 3.30 (30 Votes)

Iscrizione agli elenchi e alle graduatorie delle categorieprotette ai sensi della L. 68/1999

I disabili, destinatari della promozione dell'inserimento e dellaintegrazione lavorativa mirata, sono: 

- persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichicheo sensoriali e i portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%; - persone invalide del lavoro con grado di invalidità superiore al 33%; - persone non vedenti o sordomute; - persone invalide di guerra, civili di guerra o per servizio.

Customer Satisfaction
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 2.69 (65 Votes)

CHE COS'E'?

Si configura essenzialmente come esperienza di apprendimentoe non costituisce rapporto di lavoro subordinato. I tirocini formativi sono regolamentati dal D.M. 25 marzo 1998 n° 142 che definisce ambiti e modalità applicative della legge 196 del 24 giugno 1997 art.18 ( Legge o “Pacchetto” Treu). La normativa, oltre a definiretutti gli aspetti connessi all’attivazione di uno tirocinio, chiarisce chela finalità è quella di "realizzare momenti di alternanza tra studio elavoro nell’ambito dei processi formativi e di agevolare le scelteprofessionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro".

Customer Satisfaction
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 3.20 (30 Votes)

Leggi tutto...

L'apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all'occupazione giovanile.

Secondo quanto previsto dal Jobs Act, il Decreto Legislativo n.  81/2015  ha operato una revisione profonda della relativa disciplina.

L'apprendistato si articola in tre tipologie: 

    1. apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, per i giovani dai 15 anni fino al compimento dei 25​, finalizzato a conseguire di una  delle  predette qualificazioni;

    2. apprendistato professionalizzante, per i giovani dai 18 e i 29 anni compiuti, finalizzato ad apprendere un mestiere e a conseguire una qualificazione professionale di cui alla contrattazione collettiva;

    3. apprendistato di alta formazione e ricerca, per i giovani dai 18 e i 29 anni compiuti,  finalizzato al conseguimento di titoli di studio universitari e dell'alta formazione, compresi i dottorati di ricerca, i diplomi relativi ai percorsi degli istituti tecnici superiori, per attività di ricerca nonché per il praticantato per l'accesso alle professioni ordinistiche.

Le imprese che assumono con il contratto di apprendistato hanno accesso a benefici retributivi e contributivi, quali:

  • azzeramento della retribuzione per la formazione esterna all'impresa

  • diminuzione al 10% della retribuzione per la formazione interna all'azienda

  • abolizione del contributo previsto a carico dei datori di lavoro in caso di licenziamento dell'apprendista;

  • sgravio dal pagamento dei contributi per la NASPI rivolto alle imprese artigiane;

  • cancellazione della contribuzione dello 0.30% per la formazione continua;

  • riduzione dell'aliquota di contribuzione del 10% portandola al 5% per le imprese con più di nove dipendenti.

Sono confermati il trattamento contributivo agevolato fino all'anno successivo alla prosecuzione dell'apprendistato come ordinario rapporto subordinato a tempo indeterminato e rimane l'esenzione contributiva per le PMI fino a 9 dipendenti per tre anni per i contratti stipulati tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2016.

Customer Satisfaction
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 3.23 (28 Votes)

DI COSA HAI BISOGNO?

*

Il Centro per l'impiego è a tua disposizione per aiutarti e guidarti.

 
news

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato in materia di lavoro! Clicca qui ed inserisci il tuo indirizzo e-mail.

 
esperto

Esperto risponde

Contattaci per chiarire ogni tuo dubbio, un esperto sarà pronto a risponderti nel minor tempo possibile.

 
telefono

Contatti

Rieti: 0746.2861 cir@provincia.rieti.it                 P. Mirteto. 0765.24051 cipm@provincia.rieti.it  
Uffici aperti al pubblico dal lunedi al venerdi dalle 09.00 alle 13.00.